Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario

Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario

Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario Credeva di dover girare una scena del suo documentario su Firenze e invece è diventato vittima di «Scherzi a parte», il programma televisivo di Canale 5. Matteo Renzi, impegnato da un mese e mezzo nelle riprese in vari punti della città (l’ultimo set è stato la chiesa di Orsanmichele), ieri mattina aveva appuntamento in un noto ristorante di Bagno a Ripoli (Centanni) per dare un respiro diverso alla narrazione di «Florence». In pratica, secondo le spiegazioni fornitegli prima dalla regia e dalla casa produttrice Arcobaleno Tre di Lucio Presta, c’era bisogno di uno sfondo tipicamente …

Campania, blitz della Guardia di Finanza: 27 GdP ed avvocati in manette per truffa, i nomi diffusi da La Repubblica

Campania, blitz della Guardia di Finanza: 27 GdP ed avvocati in manette per truffa, i nomi diffusi da La Repubblica

Campania, blitz della Guardia di Finanza: 27 GdP ed avvocati in manette per truffa, i nomi diffusi da La Repubblica Una operazione clamorosa, diretta a reprimere la condotta illecito di giudici di pace ed operatori della Giustizia, tra i quali molti avvocati, materializzatasi nella denuncia di incidenti falsi onde ottenere rimborsi non dovuti da parte delle compagnie assicurative. Una operazione che, poche ore fa, ha portato a 27 ordini di custodia cautelare per altrettanti operatori giudiziari a seguito di un blitz condotto dalla Guardia di Finanza di Torre Annunziata sul mandato del Gip del Tribunale di Roma. La Repubblica ha anticipato i nomi, tra …

Sentenze truccate: indagati 20 magistrati, al centro anche i processi Consip

Sentenze truccate: indagati 20 magistrati, al centro anche i processi Consip

Sentenze truccate: indagati 20 magistrati, al centro anche i processi Consip Una fitta rete di corruzione è stata portata allo scoperto da un’indagine avviata a Messina e Roma dalle rispettive Procure, che ha condotto all’arresto di 15 persone, ree di corruzione in atti giudiziari. Dietro le sbarre anche un PM della Procura di Siracusa. Colpito non soltanto il Consiglio di Stato, ma anche giudici del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione siciliana (CGA) e dei Tar di Catania e Palermo, iscritti nel registro degli indagati, a Messina. Sono più di 20 i magistrati indagati tra Messina e Roma, che …

Sfiducia oncologia, 4mila pazienti vanno a farsi curare in altre regioni

Sfiducia oncologia, 4mila pazienti vanno a farsi curare in altre regioni

Sfiducia oncologia, 4mila pazienti vanno a farsi curare in altre regioni Ricoveri in calo, esodo verso Emilia Romagna e Lombardia. E c’è chi comincia a preferire il privato al pubblico. In una regione che resta attrattiva, in sanità, principalmente per chi arriva dal Sud, ci sono punti deboli su cui le singole aziende, sanitarie e ospedaliere, insieme all’assessorato alla Salute, stanno lavorando per migliorarne l’organizzazione e i risultati. E’ il caso dell’oncologia: ci sono circa 4.000 pazienti toscani ammalati di tumore che ogni anno emigrano per farsi curare principalmente nelle regioni del Nord: in testa la Lombardia, seguita dall’Emilia Romagna e, in percentuali più ridotte, …

Rai, Marcello Foa è il nuovo presidente

Rai, Marcello Foa è il nuovo presidente

Rai, Marcello Foa è il nuovo presidente Via libera dalla Vigilanza: Marcello Foa è il nuovo presidente della Rai dopo aver ottenuto la maggioranza qualificata dei componenti della commissione bicamerale dopo la votazione a scrutinio segreto. Il semaforo verde è arrivato con i voti a favore di Lega, Movimento 5 Stelle, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Non hanno partecipato al voto in segno di protesta i parlamentari del Pd e Pier Ferdinando Casini. LeU ha votato no. In totale il parere favorevole è arrivato con 27 sì, tre no, una scheda bianca e una nulla. Otto commissari non hanno partecipato al voto. “La votazione …

Arrestate le belve di Lanciano. I tre romeni stavano per scappare

Arrestate le belve di Lanciano. I tre romeni stavano per scappare

Arrestate le belve di Lanciano. I tre romeni stavano per scappare Tre romeni sono stati arrestati questa notte per la rapina di domenica scorsa ai danni di Carlo Martelli e Niva Bazzan, i coniugi di Lanciano di 69 anni brutalmente picchiati e lei mutilata ad un orecchio. In manette sono finiti tre romeni, due fratelli e un cugino di età compresa fra i 20 e 30 anni, che stavano per partire con l’auto, una Golf di colore blu di targa romena, usata per l’assalto alla villa di Carlo Martelli e Niva Bazzan. I malviventi fanno parte di una banda e avevano addosso circa 3.400 euro. Uno di loro …