L'Onu ci manda gli ispettori ​per difendere migranti e rom

L’Onu ci manda gli ispettori ​per difendere migranti e rom

Ci mancava la reprimenda dell’Onu. Sul tema delle politiche migratorie che ogni stato mette in pratica, adesso scende in campo anche il nuovo Alto commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet. Ma non solo su quello. Perché l’annuncio fatto oggi dall’ex presidente cileno nel suo primo discorso al Consiglio di Ginevra ha il sapore di un’azione moralizzatrice, se non di una vera e propria “invasione”. “Abbiamo intenzione di inviare personale in Italia per valutare il riferito forte incremento di atti di violenza e di razzismo contro migranti, persone di discendenza africana e rom”, ha dichiarato Bachelet. Stesso discorso varrà anche per l’Austria. …

Congolese senza biglietto aggredisce passeggera: "Se eri nel mio Paese, ti avevo già picchiato"

Congolese senza biglietto aggredisce passeggera: “Se eri nel mio Paese, ti avevo già picchiato”

Congolese senza biglietto aggredisce passeggera: “Se eri nel mio Paese, ti avevo già picchiato” “Al Paese mio ti avrei già picchiato da tempo”. Sabrina Fantauzzi, portavoce del vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli, come ogni mattina si trovava sul treno Orte-Roma con arrivo a stazione Tiburtina mentre un rifugiato politico del Congo, sprovvisto di biglietto, l’ha insultata e minacciata pesantemente. ​La Fantauzzi ha ripreso tutta la scena e, poi, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un video di 3 minuti che ha avuto più di 23mila visualizzazioni. Il diverbio è nato quando il capotreno si è avvicinato all’extracomunitario per …

Ponte Genova, nei 20 indagati responsabili di Autostrade e del ministero dei Trasporti

Ponte Genova, nei 20 indagati responsabili di Autostrade e del ministero dei Trasporti

Ponte Genova, nei 20 indagati responsabili di Autostrade e del ministero dei Trasporti La Procura di Genova ha iscritto nel registro degli indagati venti persone tra manager, dirigenti e funzionari per il crollo del ponte Morandi, avvenuto lo scorso 14 agosto e che ha provocato 43 vittime. In queste ore sono in corso le notifiche alle persone coinvolte. Si tratta dei responsabili delle società coinvolte — Autostrade e Spea, l’azienda di progettazione che fa parte sempre del gruppo Atlantia della famiglia Benetton — e di responsabili del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti che hanno avuto un ruolo nella approvazione dei …

Le indagini vanno a rilento: due immigrati nigeriani accusati di stupro possono essere scarcerati

Branco di marocchini stupra una ragazza minorenne

Tre marocchini sono ritenuti responsabili dello stupro ai danni di una ragazza minorenne di 16 anni. La si è consumata nei dintorni di Avezzano, in provincia de L’Aquila. Qui la giovane, mentre camminava tra i vicoli del comune abruzzese, sarebbe stata attirata in trappola dai tre nordafricani, che poi l’hanno immobilizzata e abusata. Due di loro – 24 e 26 anni di età – sono stati rintracciati e indagati dagli inquirenti, mentre il terzo è ancora a piede libero. Nella richiesta della Procura al giudice per le indagini preliminari si legge: “Il gruppo costringeva la minore a seguirli in un vicolo con una scusa; uno di loro …

Migrante spaccia, non viene espulso. Per il giudice non c'è "giudizio di pericolosità concreto"

Stazione Centrale, italiano accerchiato e minacciato con un paio di forbici da banda di immigrati

Stazione Centrale, italiano accerchiato e minacciato con un paio di forbici da banda di immigrati Un gruppo di immigrati lo ha accerchiato e minacciato con un paio di forbici: è la disavventura vissuta da un 45enne italiano che, con una banconota da 50 euro in mano, stava comprando le sigarette in un tabacchi alla Stazione Centrale di Milano. L’uomo non ha apposto resistenza e uno dei malviventi gli ha strappato di mano i soldi. Dunque, il branco si è messo in fuga. Il fatto, riportato da Milano Today, si è verificato alle 3:30 presso la stazione ferroviaria, dove il nostro connazionale doveva prendere un treno notturno. In …

Multe a chi mangia in 4 strade Firenze, ordinanza sindaco per decoro

Multe a chi mangia in 4 strade Firenze, ordinanza sindaco per decoro

Multe a chi mangia in 4 strade Firenze, ordinanza sindaco per decoro Non si potrà più fermarsi a mangiare sul marciapiede, alle ore dei pasti, nel cuore di Firenze: lo prevede un’ordinanza del sindaco Dario Nardella, attiva da domani fino al 6 gennaio 2019, che riguarda quattro strade nell’area del centro cittadino più frequentate dai turisti (via de’ Neri, il piazzale degli Uffizi, piazza del Grano e via della Ninna). In questi luoghi, fra le ore 12 e le ore 15, e fra le 18 e le 22, sarà vietato consumare alimenti soffermandosi e trattenendosi, anche singolarmente, sui marciapiedi, sulle …