Le indagini vanno a rilento: due immigrati nigeriani accusati di stupro possono essere scarcerati

Branco di marocchini stupra una ragazza minorenne

Tre marocchini sono ritenuti responsabili dello stupro ai danni di una ragazza minorenne di 16 anni. La si è consumata nei dintorni di Avezzano, in provincia de L’Aquila. Qui la giovane, mentre camminava tra i vicoli del comune abruzzese, sarebbe stata attirata in trappola dai tre nordafricani, che poi l’hanno immobilizzata e abusata. Due di loro – 24 e 26 anni di età – sono stati rintracciati e indagati dagli inquirenti, mentre il terzo è ancora a piede libero. Nella richiesta della Procura al giudice per le indagini preliminari si legge: “Il gruppo costringeva la minore a seguirli in un vicolo con una scusa; uno di loro …

Migrante spaccia, non viene espulso. Per il giudice non c'è "giudizio di pericolosità concreto"

Stazione Centrale, italiano accerchiato e minacciato con un paio di forbici da banda di immigrati

Stazione Centrale, italiano accerchiato e minacciato con un paio di forbici da banda di immigrati Un gruppo di immigrati lo ha accerchiato e minacciato con un paio di forbici: è la disavventura vissuta da un 45enne italiano che, con una banconota da 50 euro in mano, stava comprando le sigarette in un tabacchi alla Stazione Centrale di Milano. L’uomo non ha apposto resistenza e uno dei malviventi gli ha strappato di mano i soldi. Dunque, il branco si è messo in fuga. Il fatto, riportato da Milano Today, si è verificato alle 3:30 presso la stazione ferroviaria, dove il nostro connazionale doveva prendere un treno notturno. In …

Multe a chi mangia in 4 strade Firenze, ordinanza sindaco per decoro

Multe a chi mangia in 4 strade Firenze, ordinanza sindaco per decoro

Multe a chi mangia in 4 strade Firenze, ordinanza sindaco per decoro Non si potrà più fermarsi a mangiare sul marciapiede, alle ore dei pasti, nel cuore di Firenze: lo prevede un’ordinanza del sindaco Dario Nardella, attiva da domani fino al 6 gennaio 2019, che riguarda quattro strade nell’area del centro cittadino più frequentate dai turisti (via de’ Neri, il piazzale degli Uffizi, piazza del Grano e via della Ninna). In questi luoghi, fra le ore 12 e le ore 15, e fra le 18 e le 22, sarà vietato consumare alimenti soffermandosi e trattenendosi, anche singolarmente, sui marciapiedi, sulle …

Vaccini, via obbligo flessibile: "Certificato o niente scuola"

Vaccini, via obbligo flessibile: “Certificato o niente scuola”

Vaccini, via obbligo flessibile: “Certificato o niente scuola” La maggioranza fa dietrofront sui vaccini. Le scuole materne e gli asili nido torneranno a chiudere la porta in faccia ai bambini non vaccinati. I due pentastellati, Vittoria Baldino e Giuseppe Bompane, relatori delle commissioni Bilancio e Affari costituzionali, hanno presentato alla Camera un emendamento che sopprimerebbe parte dell’articolo 6 del decreto Milleproroghe. In particolare, verrebbe eliminato il comma 3, che avrebbe cancellato per quest’anno l’obbligo, stabilito dalla legge Lorenzin, di sottoporre alle vaccinazioni i bambini da 0 a 6 anni. Vittoria Baldino ha dichiarato in una nota:“Oggi abbiamo presentato un emendamento al Milleproroghe in …

Firenze, i genitori di Matteo Renzi a processo: gup rinvia a giudizio

Firenze, i genitori di Matteo Renzi a processo: gup rinvia a giudizio

Quando emersero le prime notizie sull’inchiesta, Tiziano Renzi padre dell’ex premier, firmandola, comprò una pagina del Quotidiano Nazionale in cui scriveva di voler essere processato nei tribunali e non più sui giornali. “Stop allo stillicidio, chiedo di essere processato ovunque’, riportava il titolo dell’inserzione a pagamento, in cui protestò pubblicamente la propria innocenza: “Basta” ai processi sui giornali, disse con forza, “per il nome che porto”. Ora una data c’è e sembra quasi una beffa. Renzi senior e Laura Bovoli, madre dell’ex segretario del Pd, affronteranno il giudizio a partire dal 4 marzo 2019 con l’accusa di emissione di fatture false da parte di loro società. A giudizio anche l’imprenditore Luigi Dagostino, …

Scuola e obbligo vaccini, già alcuni bambini allontanati da nidi e materne

Scuola e obbligo vaccini, già alcuni bambini allontanati da nidi e materne

Sta per suonare (o è già suonata) la prima campanella nelle scuole italiane e genitori, insegnanti e presidi devono fare i conti con la questione vaccini. Ad oggi è in vigore la legge Lorenzin, che prevede l’obbligo di 10 vaccini per l’iscrizione, pena il non ingresso in classe per i bambini fino ai 6 anni (nidi e materne), e multe da 100 a 500 euro per i genitori dei ragazzi da 6 ai 16 anni (elementari, medie e superiori). A ciò si aggiunge l’indicazione contenuta nella circolare Grillo-Bussetti del 5 luglio, che consente (ma non obbliga) agli istituti scolastici di …