La nuova legittima difesa è legge: via libera definitivo al Senato

La nuova legittima difesa è legge: via libera definitivo al Senato

La nuova legittima difesa è legge: via libera definitivo al Senato

Passa la legittima difesa, con 201 voti favorevoli, 38 contrari e 6 astenuti . Con il voto definitivo del Senato, il provvedimento di riforma della legittima difesa diventa legge dello Stato. Diminuisce il potere discrezionale dei magistrati, la difesa diventa «sempre» legittima (anche se non viene escluso il processo per accertarla) e le pene aumentano. In Aula arriva il leader leghista e vicepremier Matteo Salvini, a incassare il via libera per un progetto di legge sostenuto fortemente. «Il 28 marzo 2019 è un bellissimo giorno non per un partito, per la Lega o per Salvini – dice dopo il voto – ma per tutti gli italiani, perché finalmente dopo anni di chiacchiere e di polemica è sancito definitivamente dal Parlamento italiano il sacrosanto diritto alla legittima difesa per chi è a casa sua, nel suo negozio, nella sua cantina, nella sua azienda agricola, nel suo bar».


Oltre alla Lega, anche Fratelli d’Italia e Forza Italia votano a favore e rivendicano la primogenitura, spiegando che avrebbero voluto di più. È una corsa tra le forze di centro-destra per sposare un provvedimento che riguarderà un numero limitatissimo di casi (meno di dieci all’anno), ma con una forte valenza simbolica che le forze politiche sperano abbia effetti elettorali in vista delle Europee. Ma è soprattutto la Lega a rivendicare la riforma. Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega, precisa: «Con questa legge non arriva il Far West, non c’è nessuna licenza di uccidere. Chi ha evocato questi scenari vuole solo creare dissapori nella maggioranza. Si conferma solo il sacrosanto diritto di difendersi». E mentre già si lavora a nuovi provvedimenti di segno securitario, come la castrazione chimica per gli stupratori, la Lega è pronta a rilanciare con una proposta, firmata da 70 senatori, per «rendere più agevole l’iter per acquistare un’arma destinata alla difesa personale», raddoppiando la potenza delle armi per le quali è necessario richiedere il porto.

fonte

La nuova legittima difesa è legge: via libera definitivo al Senato