Omicidio Pamela Mastropietro, ergastolo per Innocent Oseghale

Omicidio Pamela Mastropietro, ergastolo per Innocent Oseghale

Omicidio Pamela Mastropietro, ergastolo per Innocent Oseghale

Il verdetto della Corte d’Assise di Macerata per la morte della 18enne romana uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio scorso: interdizione dai pubblici uffici e perdita della potestà genitoriale sui due figli.


Lacrime e abbracci in aula per la sentenza che condanna all’ergastolo, più l’isolamento diurno per 18 mesi, Innocent Oshegale per l’omicidio di Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio scorso a Macerata. Si abbracciano i genitori Stefano e Alessandra, piangono amici e parenti che da mercoledì mattina affollavano il tribunale di Macerata. Il 29enne nigeriano viene riconosciuto colpevole anche di violenza sessuale e distruzione di cadavere, viene interdetto dai pubblici uffici e perde la potestà genitoriale sui due figli.

La mamma: «Ora tocca ai complici»

Prima di leggere la sentenza, il presidente della Corte d’Assise di Macerata, Roberto Evangelisti, aveva raccomandato silenzio in aula. Ma quando ha pronunciato la parola «ergastolo» ci sono state grida e applausi. Anche all’uscita dal tribunale, la sentenza è stata accolta da urla e cori: «Giustizia è stata fatta». «Adesso tocca ai complici – riesce appena a dire la mamma di Pamela, dopo ore di tensione, ore in cui la giuria popolare era riunita in camera di consiglio -. Oshegale non era solo in quella mattanza».

fonte

Omicidio Pamela Mastropietro, ergastolo per Innocent Oseghale