Migrante spaccia, subito libero. E il giudice ordina: La polizia gli ridia i soldi

Migrante spaccia, subito libero. E il giudice ordina: La polizia gli ridia i soldi

Migrante spaccia, subito libero. E il giudice ordina: La polizia gli ridia i soldi Ci sono voluti mesi di indagini, mica solo qualche giorno. Però alla fine la polizia municipale di Treviso era riuscita a catturare un richiedente asilo dedito allo spaccio di droga. Un crimine “infame”, come lo ha più volte definito il ministro Salvini. Peccato che la cattura e lo sforzo degli agenti non sia bastato ad assicurare al pusher la permenenza dietro le sbarre. Anzi. I fatti risalgono a tre giorni di giorni fa, quando i quotidiani locali hanno diffuso la notizia dell’arresto da parte della polizia locale di un 21enne nigeriano …