Migranti, i dati del Viminale sugli sbarchi Nel 2019 registrato un calo del 94%

Migranti, i dati del Viminale sugli sbarchi Nel 2019 registrato un calo del 94%

Migranti, i dati del Viminale sugli sbarchi Nel 2019 registrato un calo del 94% Dal primo gennaio 2019 al 15 marzo sono 335 i migranti sbarcati in Italia mentre nel 2018, nello stesso periodo di riferimento, erano 5.945: i dati segnano un crollo del 94,37%. Le statistiche sono del Viminale: i rimpatri dall’inizio dell’anno fino al 13 marzo sono stati 1.354, di cui 1.248 forzati e 106 volontari assistiti: le espulsioni sono quadruplicate rispetto agli arrivi. Secondo il ministro dell’Interno Matteo Salvini «335 sbarcati (rispetto ai 5.945 nello stesso periodo dell’anno scorso), 1.354 espulsi, un solo cadavere recuperato in questo …

Diciotti, smontata la tesi dei pm: Salvini ha tutelato l'interesse nazionale

Diciotti, smontata la tesi dei pm: Salvini ha tutelato l’interesse nazionale

Diciotti, smontata la tesi dei pm: Salvini ha tutelato l’interesse nazionale Il caso della nave Diciotti e quello che ha portato (in termini giudiziari) al ministro dell’Interno Matteo Salvini è fatto saputo e risaputo. L’inchiesta era partita con il pm di Agrigento, Luigi Patronaggio. Il leader della Lega era stato indagato per sequestro aggravato di persona, sequestro di persona, abuso d’ufficio e arresto illegale per non aver fatto scendere subito i migranti a bordo della nave Diciotti. Poi gli ultimi tre reati erano decaduti e restava solo il sequestro aggravato di persona. Gli atti erano così stati mandati a Palermo e poi sarebbe …

Diciotti, fuggiti tutti i migranti. La grande figuraccia buonista

Diciotti, fuggiti tutti i migranti. La grande figuraccia buonista

Diciotti, fuggiti tutti i migranti. La grande figuraccia buonista Sono arrivati e già non ci sono più. I migranti della Diciotti, quegli “scheletrini” tenuti a bordo della nave della Guardia costiera italiana per qualche giorno da Salvini, a Rocca di Papa già non ci sono più. Dopo le proteste di fine agosto, infatti, nelle strutture della Cei al “Mondo Migliore” dei cento eritrei non è rimasto più nessuno. Al centro restano, scrive il Messaggero, solo gli ospiti non eritrei. Gli altri sono finiti nelle diocesi italiane e molti sono fuggiti. Scomparsi nel nulla. Come noto, alcuni di loro, circa 34, sono …

L'Onu ci manda gli ispettori ​per difendere migranti e rom

L’Onu ci manda gli ispettori ​per difendere migranti e rom

Ci mancava la reprimenda dell’Onu. Sul tema delle politiche migratorie che ogni stato mette in pratica, adesso scende in campo anche il nuovo Alto commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet. Ma non solo su quello. Perché l’annuncio fatto oggi dall’ex presidente cileno nel suo primo discorso al Consiglio di Ginevra ha il sapore di un’azione moralizzatrice, se non di una vera e propria “invasione”. “Abbiamo intenzione di inviare personale in Italia per valutare il riferito forte incremento di atti di violenza e di razzismo contro migranti, persone di discendenza africana e rom”, ha dichiarato Bachelet. Stesso discorso varrà anche per l’Austria. …

Una bomba migranti sull'Italia

Una bomba migranti sull’Italia

Gli scontri di queste ultime ore a Tripoli stanno preoccupando e non poco l’intelligence italiana, che ora teme possibili attacchi terroristici nel nostro Paese. Gli alert sono e restano al livello massimo, ma gli occhi sono tutti puntati su possibili obiettivi, mentre si studiano, soprattutto attraverso la rete, i canali di scambio di informazioni tra gruppi estremisti. Lo scenario politico fa pensare, infatti, a due diverse opzioni. Fonti accreditate parlano di disordini dovuti a motivi economici interni, in un contesto governato da realtà tribali, ma allo stesso tempo ci sarebbe malcontento per le troppe ingerenze europee sulla Libia, a partire da …